Spedizione gratuita per tutti gli ordini
guida CURA LAVAGGIO lingerie

C’è una ragione per cui la lingerie viene spesso chiamata “delicata”. Il raso, la seta e il pizzo sono tessuti particolarmente fragili e hanno bisogno di qualche attenzione per mantenerli sempre belli e come nuovi.

step1

PRIMA COSA: LEGGI L’ETICHETTA

Lava sempre i capi uno a uno e controlla bene l’etichetta. Se la mettono una ragione ci sarà non pensi?

Ma se l’etichetta non c’è più, è stata tagliata o hai buttato via e istruzioni del lavaggio senza guardare? Nessun problema qui sotto trovi le informazioni che ti servono per mantenere bella a lungo la tua lingerie.

step2

LAVA A MANO

“Solo lavaggio a mano” è una delle indicazioni più frequenti sulle etichette della lingerie. E’ vero ci va più tempo ma è il sistema migliore per conservare in condizione perfetta ogni tuo capo.

Eccoti pochi e semplici passaggi per lavare a mano un capo:

Separa i colori, bianchi, neri e colorati.

Riempi il lavandino o una bacinella con acqua leggermente calda, non superare i 30 gradi. deve essere tiepida.

Immergi la tua lingerie prima di mettere il detersivo, ne puoi trovare di specifico ma anche qualunque detergente delicato andrà bene. Non usare mai candeggina.

Lascia a mollo per 5-10 minuti prima di strofinare delicatamente solo dove ci sono eventuali macchie. Sciacquare prima con acqua calde e poi fresca fino a che non ci siano più tracce di detersivo.

step3

SEI DI FRETTA? OK IN LAVATICE MA OCCHIO!

Non tutte hanno il tempo di lavare la lingerie a mano, (anche se nel caso di capi costosi o particolarmente delicati non c’è altro sistema) quindi con qualche attenzione possiamo lavare in lavatrice. Ecco qualche consiglio per evitare disastri:

Se possibile, evita di lavare la lingerie con altri capi.

Separa i colori, proprio come fai con le altre cose da lavare

Assicurati che la polvere o il gel che usi nella lavatrice sia adatto per i delicati

Controlla che non ci sia perborato di sodio o di cloro, e mai diciamo mai usare la candeggina.

Controlla le impostazioni della tua lavatrice, il migliore se non hai un ciclo apposito è il delicati/lana a 30 gradi.

Per i reggiseni utilizza l’apposita bustina per evitare che si attacchino ad altri capi rischiando di rovinare i merletti e il pizzo

step4

ASCIUGARE LA LINGERIE

Non asciugate mai la vostra lingerie con l’asciugatrice e non asciugatela lasciandola sui termosifoni!

Perché? il calore può danneggiare i tessuti, soprattuto gli elastici che con buona probabilità rischiano di rovinarsi.

Lasciate asciugare il vostro intimo in modo naturale, anche se ci va più tempo, è il modo migliore. Attenzione anche a lasciare i capi più delicati e preziosi in pieno sole, anche se meno rischioso dell’asciugatrice, la temperatura è comunque alta e il rischio di rovinarsi c’è.

step5

RIPONILA CON CURA

Il cassetto della lingerie il più delle volte è un insieme traboccante di ogni cosa. Attenzione a come riponi il tuo intimo perchè potresti danneggiare le cose più delicate.

Il nostro primo consiglio è…fare spazio. Via tutto quello che non indossi più, i capi sgualciti o con buchi. Lascia respirare i tuoi completini migliori. Utilizza dei separatori per dividere reggiseni dal resto per evitare che i ganci possano rovinare i pizzi ad esempio dei vostri perizomi.

Quindi, via la roba vecchia e dentro pezzi nuovi ben ripiegati e che ti dureranno a lungo. Che ne pensi? Questa è una buona occasione per rinnovare il tuo parco elastici!