Emanazione della fantasia maschile sulla maestra, quella della segretaria si inscrive in una lunga tradizione nelle aziende. Si verifica all’interno di un rapporto di lavoro, ma non si tratta in questo caso di molestie sessuali all’americana, tipo avvicinarsi un po’ troppo (con tanto di fiato sul collo) alla spalla della propria assistente per verificare un lavoro (o per chiederle in mensa se vuole assaggiare le vostre uova con la maionese) rischiando procedimenti panali. No, in questo caso il gioco gerarchico è perfettamente accettato, perfino desiderato. Per la giovane donna con gli occhiali dalla montatura ovale, far piacere al proprio capo è innanzitutto una questione di obbedienza. Perché lo scopo è sopratutto quello di riparare a un errore professionale o, meglio ottenere una promozione o, addirittura, il matrimonio. Questa prova, in genere orale, per la promozione da divano ha sede in uffici, chiuso o no a chiave a seconda del brivido che si vuole provare.